Informativa: Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di piú o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie..

Quanto costa un trasloco?

Il prezzo finale di un trasloco può variare molto a seconda di molti fattori, come ad esempio la distanza da percorrere tra la vecchia e la nuova casa, dal numero di mobili e oggetti da trasportare, dal tipo di furgone che intendiamo scegliere e anche dal periodo in cui si decide di cambiare casa, ecc.

La prima fase da affrontare per capire quale può essere il costo da sostenere per un trasloco consiste nel fare un dettagliato, particolareggiato e minuzioso elenco delle cose da trasportare, suddivise tra mobili, elettrodomestici, porcellane, divani, letti, poltrone, cercando di capire quanti pacchi potrebbero essere riempiti con le varie cose. Questo lavoro è importante per individuare il tipo di mezzo da utilizzare per il trasporto, per capire quante persone servono e il tempo necessario per il trasporto.

Poi, per capire realmente quanto costa un trasloco, occorre calcolare la distanza tra i due luoghi, di partenza e arrivo, in modo da poter conteggiare il carburante, i tempi, eventuali pedaggi e costi annessi. Fare una previsione dei costi è fondamentale e per ottenere delle informazioni attendibili basta segnare su un foglio le principali voci di spesa, partendo ovviamente dal furgone, fino a mettere in conto una voce X in caso di rottura di qualcosa. Fatto questo, è opportuno cercare di contattare con un certo anticipo almeno 2-3 ditte specializzate in traslochi per capire la differenza di costi e servizi offerti.

In alcuni casi, per effettuare un trasloco, è sufficiente ricorrere anche solo a degli operai specializzati in smontaggio e rimontaggio dei mobili, in grado di aiutarci per i passaggi più faticosi e ricchi di imprevisti. Se invece si parla di un trasloco completo, di un’intera casa, è opportuno affidare il lavoro ad una ditta specializzata in traslochi e delegare tutto il lavoro a dei professionisti del settore dotati dei mezzi più appropriati. In questo modo si può ridurre al massimo lo stress da trasloco. In ogni caso, è bene assicurarsi che la ditta contattata sia in grado di offrire adeguate garanzie, anche assicurative, sui mobili e sugli oggetti da trasportare.

Un ulteriore accertamento fatelo sui mezzi a loro disposizione, come ad esempio il camion con elevatori, che permettono un trasloco ai piani più alti senza usufruire di scale o ascensori. Tenete conto che il tecnico inviato da loro per il sopralluogo, per poter fare un preventivo corretto, partirà dalla distanza (e le ditte suddividono le tariffe in fasce chilometriche) da percorrere e i volumi da trasportare. Ovviamente il tecnico non misurerà al centimetro, ma farà una media basata sul numero e sul tipo di mobili, o sul tipo di locale che ospita il materiale da trasportare, come ad esempio il piano dello stabile, il tipo di ascensore e/o le scale e il tipo di mobilio del salone, della cucina e della camera da letto. Il tutto viene conteggiato in metri cubi di materiale da trasportare.

Questo è importante anche per la scelta del furgone, sia che venga effettuato da una ditta, sia che venga fatto con metodi “fai da te”. Questo è importante perché il costo del mezzo varia sensibilmente ed è fondamentale individuare il gusto mezzo per non pagare per uno spazio vuoto; a tale riguardo c’è da considerare che le ditte di trasloco considerano il “vuoto per pieno": nel loro preventivo tengono conto dello spazio occupato sul camion dall'oggetto, anche se è spazio vuoto. Per esempio: un tavolo con un ingombrante piedistallo unico non consente al traslocatore di occupare lo spazio sottostante, mentre una pianta o un oggetto delicato non permettono di sovrapporre nulla. Lo spazio andrà quindi perso, ma verrà comunque conteggiato. Sapere questo vi consentirà di pianificare il trasloco con maggiore accortezza, anche al momento di disporre e preparare gli imballaggi.

Infine, valutate anche il periodo dell'anno in cui si trasloca, perché sia per noleggiare un mezzo, sia per affidarsi ad una ditta, durante le vacanze estive o nei mesi di settembre, dicembre, marzo e giugno, c’è maggiore richiesta di mezzi e persone specializzate. In questi periodi, naturalmente, il prezzo è destinato ad aumentare in maniera considerevole, in alcuni casi fino al 15-20 per cento.